EIP Italia

L’Associazione non governativa Scuola Strumento di Pace, E.I.P. Italia- Ecole Instrument de Paix, è riconosciuta dall`UNESCO, che le ha attribuito le Prix Comenius e dal Consiglio d`Europa, che l’ha accreditata tra le quattro associazioni esperte nella pedagogia dei diritti umani e gode di statuto consultivo presso l’ONU dal 1967. La sezione italiana dell’E.I.P Internazionale, fondata in Italia nel 1972, è riconosciuta dal MIUR come Ente di formazione e dal MAE. Ha meritato per il 2006 le Prix International “Maitre pour la Paix” a Bruxelles da parte de la Maison Internationale poesie-enfance.

L’E.I.P. ITALIA DALLE ORIGINI…
L’ Associazione Mondiale E.I.P. è sorta a Ginevra nel 1958 ad opera di Jacques Muhlethaler e lavora oggi in 40 paesi del mondo.
L’Associazione Non Governativa Scuola Strumento di Pace per l’Italia – Sezione dell’E.I.P. Ecole Instrument de Paix è stata creata a Roma nel 1972 dal Prof. Guidi Graziani e dalla Prof. Marisa Romano Losi, ed è oggi diffusa su tutto il territorio nazionale con una rete di 1065 scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado. L’E.I.P. Italia è riconosciuta dall’UNESCO, che le ha attribuito nel 1989 Le Prix Comenius I Premio per i Diritti Umani, e dal Consiglio d’Europa, che l’ha accreditata tra le quattro associazioni esperte nella pedagogia dei diritti umani, e gode di statuto consultivo presso l’ONU dal 1967.

Fine Statutario dell’E.I.P. Italia è la diffusione nel mondo, tramite la scuola e gli organismi responsabili della Società ad essa collegati, della conoscenza e del rispetto dei Diritti Umani e dei Principi Universali di Educazione Civica elaborati a Ginevra nel 1958 da Jean Piaget e da Jacques Muhlethaler.

L’Associazione è riconosciuta dal MIUR come istituzione formatrice per l’aggiornamento e la formazione sui temi dei diritti umani, dell’intercultura, della cittadinanza democratica, della dimensione europea, della conservazione dell’ambiente, della didattica ludica e della pace. Essa valorizza i progetti delle scuole inerenti a detti temi.

Ideatori del progetto

Ottavio Fattorini

Ottavio Fattorini

Anna Paola Tantucci

Anna Paola Tantucci